Data dell'evento:   

 24 luglio 2017
Orario:   
 14-18

Organizzato da Gruppo Euroconference Spa.

Hotel Palazzo – Livorno / seminario di mezza giornata orario: 14-18

Analisi delle politiche retributive e il ruolo del welfare

  • Politiche retributive: valutazione dell’utilizzo di strumenti di welfare
  • Quadro normativo di riferimento e le struzioni operative: la Circolare n. 28/E del 15 giugno 2016 dell’Agenzia delle Entrate
  • Analisi dell’organico aziendale e delle sue necessità
  • Obiettivi organizzativi e produttivi per l’implementazione del welfare
  • Ruolo del professionista nella valutazione dell’impatto sul costo del lavoro
  • Definizione del paniere delle misure di welfare
  • Soluzioni per l’efficienza del lavoro e il ruolo del Welfare aziendale
  • Analisi di possibili elementi premiali per le PMI
  • Passaggi necessari per la costruzione di un piano di welfare:
    • il ruolo del professionista
    • esperienze ed esemplificazione di casi aziendali

Strumenti giuridici per l’attuazione dei piani di welfare e di detassazione. I vantaggi sul costo del lavoro

  • Regolamento o contratto aziendale: comparazione dei vantaggi e svantaggi
  • Relazioni sindacali e presenza di rappresentanze sindacali
  • Caratteristiche degli elementi premiali detassabili negli accordi collettivi
  • Nuovi limiti quantitativi della retribuzione detassabile e del reddito soggettivo
  • Modalità di coinvolgimento paritetico dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro
  • Destinazione di somme di produttività al welfare aziendale: conseguenze  fiscali e sul reddito di impresa
  • Disciplina  fiscale in materia di welfare aziendale dopo la Stabilità 2016: il nuovo art. 51 TUIRGestire la contrattazione collettiva per welfare e detassazione
    • Applicare e gestire gli accordi territoriali: questioni legate all’obbligo di adesione alle organizzazioni datoriali
    • Caratteristiche della contrattazione collettiva di secondo livello
    • Forma, durata ed efficacia degli accordi collettivi aziendali
    • Caratteristiche di rappresentatività̀ della controparte sindacale (art. 51, D.Lgs. 81/15)
    • Definizione dei criteri di produttività nell’accordo sindacale
0
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *